V.I.Pens
Nicky Wells
  
Ilenia Trifiletti
  
Ester Struzzola
  
Lara Luppi
  
Antonella Aprea

Le GURU di noi stesse

Le GURU di noi stesse

Ebbene sì, faccio outing (va tanto di moda, é chic e non impegna): quest’anno a giugno ho compiuto “millanta” anni di cui 40 almeno passati nel rutilante mondo della moda.

Molte persone questo affascinante e tirannico sistema lo scelgono, altre ci si trovano per caso, altri ci nascono ed io, modestamente, lo nacqui (grazie Principe de Curtis, sempre devota al Totoesimo)!

In tutti questi anni ho accumulato un sacco di esperienze e del fashion bizz ho vissuto tutte le parti: di qua e di la dal sipario, dalla ramazza, anzi dalle forbici, fino ai mood board, passando da diagrammi finanziari (“odio, me sento mal!”) e dall’ ADV, studiando, provando facendo, disfando e  rifacendo.

Insomma, come dire, ho visto cose, che voi umani…. ecc ecc… 😆

per questo mi permetto di darvi (e darci) un suggerimento: DIVENTATE  GURU DI VOI STESSE.

Almeno nello scegliere come vestirvi, come apparire, come sentirvi… siate voi a decidere, perché  in tante situazioni non é possibile dire “io ho scelto.”

Ci sono situazioni professionali, sociali e personali che ci costringono a piccoli e grandi compromessi, relazioni che prevedono fluidità ed elasticità, perché adeguarsi a quello che altri scelgono per omologazione senza usare il proprio innato spirito critico?

Non abbiate paura guardare con distacco le proposte della moda, ricordate che ogni anno escono 5/6 tendenze che a volte durano l’espri d’un matin e nel giro di pochi mesi non vi piaceranno più, sempre che vi siano davvero piaciute.

Quindi, quando vi trovate davanti a una vetrina sfavillante, prendete fiato, aprite le spalle, alzate il mento e PENSATE… :

  1. PENSATE ALLA SENSAZIONE CHE VOLETE PROVARE INDOSSANDO QUEL VESTITO O QUELL’ACCESSORIO: volete sentirvi forti o morbide, in totale controllo o appena un po’ fuori dalla zona di confort, giusto per cambiare l’energia, aumentare un po’ l’adrenalina e arrossare le guance senza bisogno di blush? Qualsiasi sia la vostra necessità andrà benone, l’importante é che sia la vostra e non quella di qualcuno che ha scelto per voi cosa dovete rappresentare.
  2. ASCOLTATE IL VOSTRO CAMPANELLINO INTERIORE: guardare quel capo che sensazione vi provoca? Allegria, desiderio, gusto…? Allora é ok. Ma se per caso piegate la testa da un lato per più di una volta e stringete le labbra invece di rilassarle in un sorriso, fermatevi, forse non é il capo per voi. Ascoltarsi é fondamentale per conoscersi e stare bene con se stessi e più facilmente con gli altri. Quando il campanellino suona per avvertirci che qualcosa non va, che sia una mini stracciamutande che vi grida comprami o un figo da paura che ha sorriso proprio  e solo a voi, desistete dall’acquisto… ( si é percepito l’occhiolino? …Bene!).
  3. SIATE SICURE DI QUELLO CHE SCEGLIETE: se vi siete ascoltate correttamente lanciatevi e non pensate a quello che diranno la mamma, il capufficio, le heaters dei social o i blogger (ops…!) di turno. Tuttalpiù se avete fiducia in qualcuno (o in un blog, tanto per citarsi e con vanto) consultatevi prima, esponendo le vostre ipotesi e i vostri dubbi così per chiarirvi le idee.
  4. RICORDATE SEMPRE CHE A VOLTE UN ACCESSORIO VALE PIÙ DIU OUTFIT INTERO: per cui se siete tentate di buttare nel cassonetto tutto il guardaroba, provate prima a immaginare lo stesso abito di sempre (la pètite robe noire, il solito denim blu scuro, la camicia bianca classica) con una borsa fluo di inspirazione pop-rock, un cappello chic and PoP o sandali in pelle metallizzata effetto carta di cioccolatino.
  5. INDOSSATE SEMPRE UN PICCOLO GIOIELLO SIGNIFICATIVO PER VOI: sia che  stiate andando al colloquio della vita o al Party Glamour evento dell’anno non sottovalutate il potere rassicuarante ed energetico di un braccialetto o di un girocollo che vi ricordi chi siete e quali sono le vostre radici. Vi aiuterà a sentirvi a vostro agio e conservare la vostra identità anche se per necessità dovrete sfoderare una delle simpatiche “maschere funzionali” che la vita di tutti i giorni a volte ci impone.

In conclusione, a dirla tutta, la sostanza di questi suggerimenti é in fondo applicabile ad ogni situazione, non solo alla moda: per avere fiducia in se stesse non bisogna mai dimenticare che cosa si é veramente, qual é la propria, vera essenza e rispettarla. Anche aggiungendo, perché no, un pizzico di estro e di follia!

Ester (Struzzola)

Condividi
No Comments

Post A Comment